Mondo Dick-O-Tomiko


moebius5

Secondo la mia teoria, i diversi sottotipi di malattia mentale dovrebbero funzionare, in questo mondo, come caste in qualche modo simili a quelle dell’antica India.

Queste persone, gli ebefrenici, sarebbero gli equivalenti degli intoccabili. I maniaci sarebbero la casta dei guerrieri, dei senza paura: una delle più alte.

I paranoici – o meglio, i paranoici schizofrenici  – sarebbero la casta degli statisti; avrebbero l’incarico di sviluppare l’ideologia politica e dei programmi sociali …sarebbero loro ad avere la visione globale del mondo.

moebius6

 

I semplici schizofrenici corrisponderebbero alla classe dei poeti, sebbene alcuni di loro sarebbero dei visionari religiosi, come certi Eb.

Gli ebefrenici, comunque, sarebbero inclini a produrre santi e asceti, laddove gli schizofrenici produrrebbero dei dogmatici.

moebius 7

Gli individui affetti da schizofrenia simplex polimorfa sarebbero i membri creativi della società, quelli che producono le nuove idee. (…) Potrebbero esserci alcuni con idee esagerate, disordini psicotici caratterizzati da forme avanzate di lievi nevrosi ossessivo – compulsive, i cosiddetti disturbi diencefalici, Questi ultimi sarebbero gli impiegati e i direttori degli uffici più importanti della società, i funzionari attaccati al loro rituale, senza la minima idea originale. Il loro conservatorismo bilancerebbe il radicalismo degli schizofrenici polimorfi e contribuirebbe a rendere stabile la società.

moebius 8

La leadership in questa società andrebbe naturalmente ai paranoici, sarebbero individui superiori in termini di iniziativa, intelligenza e pure e semplici capacità innate. Naturalmente avrebbero problemi a impedire ai maniaci di progettare un golpe …  ci sarebbe sempre tensione tra le due classi. Ma, vedete, con i paranoici che stabiliscono l’ideologia, il tema emozionale dominante sarebbe l’odio. O meglio, l’odio che va in due direzioni; la leadership odierebbe chiunque fosse al di fuori della sua cerchia e inoltre darebbe per scontato che tutti ricambino il suo odio. Pertanto l’intera cosiddetta politica estera consisterebbe nello stabilire dei meccanismi tramite i quali si potrebbe combattere questo presunto odio diretto contro la classe dirigente.

Il che coinvolgerebbe l’intera società in una battaglia illusoria, una battaglia contro nemici che non esistono per una vittoria sul niente.

moebius-10

(Philip K. Dick, Follia Per Sette Clan, Fanucci Editore)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...