Dal Galles con furore


Merantau

Gareth Evans

2009

L’action-movie definitivo (definitivo fino al prossimo film capace di esaltare le nostre menti infantili e malate, si capisce) è nato in Indonesia (The Raid: Redemption) da padre gallese (gallese?! e che cazzo ci fa in Indonesia??). Il signor Gareth Evans, con quella faccia da potenziale serial killer, perfetto incrocio tra John Belushi e Ben Affleck, ci ha pure preso gusto e sta ultimando le riprese del sequel di The Raid, che suppongo si chiamerà The Raid 2.Questo misterioso personaggio ama a tal punto il mestiere da girare scene spericolate e spettacolari rischiando di sterminare la troupe per un pizzico di realismo in più. No, magari la troupe no. Ma c’è mancato poco che non diventasse egli stesso cadavere:

1

E prima di The Raid venne Merantau,..che non è un cognome sardo, ma la parola che indica il processo di crescita che un ragazzo di campagna compie lasciando la sua tranquilla casetta e avventurandosi nella grande città, Jakarta. E’ un processo che esiste nella cultura indonesiana da secoli, e a compierlo su pellicola è Iko Uwais, maestro (vero) di Silat, arte marziale locale poco nota nelle nostre tristi lande occidentali. Iko delizia i nostri palati esigenti con mazzate epocali e combattimenti coinvolgenti al punto che ho tenuto gli occhi sbarrati e la gola secca per mezzo film, sorprendendomi a pensare spesso “..è un unico piano sequenza, non c’è un cazzo di stacco..”.

vlcsnap-2013-07-23-14h57m27s52

E’ comunque, nonostante la sceneggiatura semplicissima, scritta uguale altre mille volte, e la povertà di mezzi tecnici, un film. Emozionante e coinvolgente quanto uno con Bruce Lee.

vlcsnap-2013-07-23-14h55m10s234

Ovviamente le sirene Hollywoodiane stanno già intonando “Gareeeethh.. Gareeeeethhh…” ignare delle intenzioni del buon Mr. Evans: vale a dire la completa distruzione di diversi studi Usa, sempre che non gli arrivi prima una martellata in faccia da una comparsa distratta, o che inavvertitamente un fendente di machete non lo decapiti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...