Città più sicure


Kick-Ass 2

Jeff Wadlow

2013

Salt Lake City, Boston, Seattle, Minneapolis.. Proliferano davvero, ‘sti sciroccati in calzamaglia, anche travestiti da ninja o da clown. Armati di spray al peperoncino, sfollagente o anche soltanto, nella loro versione più rassicurante ed evoluta, di fotocamere e smartphones. Esiste anche una sorta di Lega della Giustizia denominata Black Monday Society. Appena i supereroi irrompono sulla scena, i malviventi scappano a gambe levate, terrorizzati. O forse in preda ad un irrefrenabile attacco di risate.

14126_1262213828845_1034684049_30608165_7627449_n

Autorevoli voci istituzionali hanno addirittura proposto la creazione di un ordine professionale.

Ai veri supereroi questi film non piacciono, ovviamente perchè ridicolizzano quello che per loro è un impegno oneroso, una missione seriamente pericolosa ed onorevole.Il bisogno di sentirsi sicuri e protetti, l’invocazione di Strade Pulite, la riproduzione di ronde e affini, fanno spesso rima con cripto-fascismo-neanche-poi-tanto-cripto. Ben vengano quindi 10, 100, 1000 Kick-Ass!

vlcsnap-2013-09-09-15h18m41s252

Il colonnello Stars and Stripes, Night Bitch, e sopratutto l’esercito del male: le Toxic Megacunts, che si onorano di schierare The Motherfucker, e una minuta e riservata signorina dal nome di Mother Russia, con tanto di falce e martello sulle tette. Basterebbero questi nomignoli a farci amare la pellicola, che è comunque un notevole sfoggio di ultraviolenza realistica e massacri in serie, lanciati in faccia al pubblico con ghigno cartoonesco.

vlcsnap-2013-09-09-15h26m11s230

Stesso trattamento-pernacchia riservato a Motherfucker. ovvero la tragedia di un uomo ridicolo che non riesce manco ad avere l’erezione necessaria per compiere uno stupro.

kick-ass-2-christopher-mintz-plasse-the-motherfucker1-600x434

E poi c’è lei, Hit-Girl. Vera protagonista e matrice del film, Lolita letale capace di mutilare eserciti di belve umane in totale scioltezza e restando incolume, ma non di restare illesa quando le si para davanti, con tutta la sua atroce crudeltà, l’Adolescenza: sua e delle sue perfide coetanee.

HIT_GIRL___by_adonihs

Se il primo episodio di questa futura trilogia era una esplosione termonucleare, questo seguito è una dignitosissima bella botta. Auguriamoci che il terzo episodio non sia una scoreggia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...