Statham Accuòrt


Redemption – Identità nascoste

Steven Knight

2013

Picchiare una donna è crimine odioso. Picchiare una prostituta lo è ancora di più. E’ quindi una goduria vedere Jason-Facciadicazzo-Statham punire il responsabile, che è ancora più responsabile in quanto giovane stronzo yuppie che lavora alla city, nel bel mezzo di una festa piena di stronzi come lui.

Redemption-2013-Movie-Poster

Ci piace molto la Londra di Redemption. E’ nera, infestata di balordi, i cadaveri sono scaraventati nel fiumi, ed i cinesi clandestini arrivano a bordo di camion, nascosti dentro scatole di cartone.

Accatastate una sull’altra.

Come merci di contrabbando.

Nei vicoli oscuri, ad ingrossare le fila dell’esercito di homeless che cerca riparo per la notte (ed è quasi sempre notte) ci sono molti ex soldati, reduci in ogni senso.

Non sono premesse queste, però, ma più o meno gli unici elementi validi del film.

A tratti, ma pochi e piccoli tratti, sembra che Redemption stia per acquistare corpo peso senso e livello. Ma non succede, è una sensazione testosteronica che coincide sempre o quasi con le esplosioni di violenza.

28REDEMPTION_SPAN-articleLarge-v2

E tutto il resto è fuffa (melo)drammatica in odor di parabola.

Con l’aggravante che se hai scritto Piccoli affari sporchi e La promessa dell’assassino non puoi dirigere un film con dialoghi così:

– Hai fatto del male a qualcuno?

– Solo a me stesso

o così:

– Hai un coltello? Io ho un cucchiaio.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...