Jewish do it better


This is the End

2013

Evan Goldberg, Seth Rogen

Allora: amici fanno un festakkione a casa del più figo di loro, si sfondano di canne, birra ed altre amenità, poi, tra uno scompisciamento e un raptus da fame chimica, uno fa “ehi, ma tutto questo potrebbe essere un film !”, e l’altro risponde “sì, noi qui a devastarci e fuori la fine del mondo, anzi l’Apocalisse !”, e un altro “sì dai, chiamiamo tutti gli altri della compa e facciamo un film, ma adesso passami quello spinello !”.

vlcsnap-2013-09-30-08h52m54s99

Non ce l’ho con voi, non temete, e non ho intercettato/spiato le vostre memorabili conversazioni in qualche trasgressiva serata tardoadolescenziale, sto solo parlando di This is the End, la commedia americana dell’anno, che  ha già incassato più di 200 milioni di dollari worldwide, principalmente per i motivi di seguito indicati:

  1. La fratellanza ebraica
  2. Il metacinema
  3. James Franco

1)     La fratellanza ebraica. Dikotomiko è paranoico, si sa, e nota quello che gli altri umani trascurano. Per esempio, la commedia brillante americana, passando da Lubitsch a Wilder, per comprendere un certo Woody Allen, fino ad arrivare all’oggi di Jason Reitman e dei fratelli Apatow, è inconfutabilmente di matrice ebraica, dai registi, agli attori, all’ironia che fonde riferimenti culturali, sociali e economici in geniali miscele irresistibili. Dagli Apatow in poi parliamo di Bromance, che è un genere a sé, trattandosi di commedie romantiche in cui l’elemento comico si impernia sull’amore amicale maschio nerd + maschio nerd, anziché sull’amore sentimentale maschio + femmina. Il bromance ebraico esplode in This is the end, dove Seth Rogen, (regista e attore), Jay Baruchel, Jonah, Hill, James Franco, sono gli amci che si troveranno ad affrontare l’Apocalisse, costetti a confrontarsi, ovviamente in chiave genialmente comica, con le proprie paure, le proprie meschinità e, soprattutto, le proprie perversioni. Il new bromance funziona,ma nella messa in scena di questo nerdismo senza limitismo, manca del tutto l’elemento femminile (comparsata di Rihanna, ok, e poi ? Scorribanda di Emma Watson, così breve ?), e soprattutto manca lo spunto sociale,anche politico, che potrebbe elevare il genere a ben altri cieli.vlcsnap-2013-09-30-08h57m25s19

2)      Il metacinema. This is the End allarga fino allo slabbramento la lezione di Gondry in Be Kind Rewind: i protagonisti, pirandellianamente nel ruolo di sé stessi, giocano con tutti i generi del blockbuster hollywoodiano, rappresentando scene da disaster movie, da invasione aliena, da casa infestata, da survival, citando titoli (Signs, Terminator 2,) e riprendendo paro paro alcune scene celebri di film ingiustamente sottovalutati, quali The Mist di Frank Darabont, senza compromettere l’omogeneità del racconto,  fino all’apoteosi in Mad Max Style, con il sadomaso Danny Mac Bride che tiene al guinzaglio il sex symbol Channing Tatum, ridotto a quadrupede schiavo del sesso omo.

vlcsnap-2013-09-30-09h04m07s178

L ’omosessualità più o meno latente è una chiave per leggere questo New Bromance, dove anche la possessione demoniaca passa attraverso un rapporto con un Big Cock Devil, e dove ci sono battute come questa:”Stasera James Franco non ha succhiato cazzi? Ma che acido vi siete fatti?”

vlcsnap-2013-09-25-15h30m27s110

3)      James Franco. Il divo, la stella, l’unico erede dei bellissimi di Hollywood, dominatore dell’immaginario erotico di uomini e donne in tutto il mondo. Attore, artista, intellettuale. Etero, omo, bi,  James Franco è tutto, è un presente liquido che vince e muta contiunuamente, dietro un sorriso perfetto e due baffetti che avrebbero scaldato il cuore a Freddie Mercury.

vlcsnap-2013-09-25-17h22m40s95

Qui esalta le sue enormi doti di attore comico, prendendosi in giro dall’inizio alla fine e reggendo bene l’urto dei veri professionisti del Bromance, finendo per vedere la sua casa distrutta ed il suo corpo divorato dai neo cannibali.

Insomma, l’avrete capito, il film è imperdibile, ha un valore assolutamente antologico (c’è anche il nostro amatissimo Michael Cera) e fa veramente, veramente ridere.

vlcsnap-2013-09-25-15h38m45s159

Sarà per questo che i nostri geniali maghi della distribuzione lo hanno costretto al fiasco ed all’oblio in Italia, facendolo uscire nelle sale italiane il 18 luglio ?

Ah ah ah.

vlcsnap-2013-09-25-17h34m35s49

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...