Peaky Blinders – season 1. Birmingham’s burning


 

Le grandi città inglesi di fine 800 traboccavano di esseri umani, miseria e violenza. La priorità era la sopravvivenza, e la si cercava nel gruppo, nel branco, nel clan. Digbeth Gang, Aston Sloggers, Cheapside Slogging gang e molte altre che prendevano i nomi dai quartieri di provenienza: le bande criminali si moltiplicarono. A Birmingham, nei quartieri di Bordesley e Small Heath, comandavano i Peaky Blinders.

peaky 1

L’origine del nome probabilmente deriva dalla simpatica abitudine di nascondere nelle pieghe dei loro cappelli lamette in grado di accecare, tagliare facce e gole ai loro avversari. Mica cappelli qualunque, I Blinders ci tenevano al look, erano dei precursori e anticiparono i Mods di qualche annetto. Ottanta, più o meno.

zia

I genitori di Steven Knight sono cresciuti a Small Heath, ed i loro racconti hanno ispirato l’idea di una serie-tv dedicata ai Peaky Blinders, idea che ha continuato a frullare in testa a Stephen per vent’anni. E Stephen ha scritto Piccoli Affari Sporchi e La Promessa Dell’Assassino, anche se purtroppo ha diretto Redemption.

strada

La prima stagione di Peaky Blinders si compone di sei episodi, trasmessi dalla BBC a partire da settembre 2013.

I tre fratelli Shelby (la loro gang è a conduzione familiare) sono tornati da poco dal fronte. La prima guerra mondiale, con i suoi massacri e la violenza in serie, è stata un’ottima palestra: feroci e pronti a tutto, spadroneggiano nelle strade di Birmingham, tra conflitti, agguati, accordi e guerriglia, IRA, comunisti, clan rivali.

tom

E un poliziotto spietato e fascistoide (Sam Neill) inviato da Winston Churchill per ripulire le strade della città da ogni tipo di feccia. Perchè per la corona britannica le gang, i comunisti e l’IRA sono la stessa cosa.

copsss

Tommy Shelby (Cillian Murphy) è il leader, fumatore di oppio, capo carismatico, cerca sempre di fare la scelta migliore per la Famiglia. L’oppio gli è necessario per tenere a bada i fantasmi della guerra, che tornano a tormentarlo ogni notte.

L’accurata e stilosissima messa in scena è inevitabilmente ispirata al western, il plot fittissimo e appassionante, la galleria di anti-eroi ricca e variegata.

trmon

Peaky Blinders non è una serie priva di difetti, a cominciare dalla colonna sonora: pur di innegabile qualità, trovo sbagliata la scelta di musiche troppo “riconoscibili”, da Nick Cave a Tom Waits ai White Stripes (e Racounters) a Dan Auerbach, fino ad una cover di Love Is Blindness degli U2, eseguita da Jack White.

mitra

In autunno andrà in onda la seconda stagione, che non potrà che essere migliore. Perchè? Perchè vedrà la partecipazione di un certo Tom Hardy. E, proprio come in The Take, ci sarà anche la sua fidanzata Charlotte Riley.

vlcsnap-2014-05-16-14h03m19s106

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...