Soweto a mano armata


C’è un gruppo di criminali più o meno incalliti: il boss, la figlia da lui abusata, l’amante di lei, lo psicopatico dal grilletto facile, la stella decaduta della TV, lo scemo della compgania, un poliziotto corrotto, e sono tutti neri, poi c’è anche un nuovo arrivato che è bianco boero. Insieme progettano il colpo della vita, un assalto esplosivo al portavalori di turno, già pregustano il bottino di 3 milioni, ma la rapina del secolo finirà in un bangno di sangue, questa è la legge del cinema e vale ovunque, anche a Soweto.

inumber_number_xlg

Ho conosciuto iNumber Number (aka The Avenged) per caso, durante il mio eterno peregrinare alla ricerca di strani oggetti fimici significanti: presentato al Toronto International Film Festival  del 2013, diretto da tal Donovan Marsch, è la grande rivelazione dal Sudafrica che non ti aspetti, un action thriller senza se e senza ma, dove per “senza se” si intende l’assenza di qualsiasi riferimento a Nelson Mandela, “senza ma” è riferito alla mancanza di retrospettiva economica e sociale. Il che vuol dire che i protagonisti sono tutti brutti sporchi e cattivi secondo la regola internazionale del genere, non lo sono in modo particolare perché vivono nelle macerie dell’apartheid.

inumber-number-2

A questo proposito, la visione in lingua originale apre le orecchie agli stranissimi fonemi di una street language parlata nel ghetto, crogiolo oscillante tra lo zulu e l’afrikaans, e va ricordato che il Sudafrica è un Paese con ben 11 lingue ufficiali.  Il film comincia come un buddy movie, uno sbirro sobrio e dignitoso fa da contraltare ad uno avido che si mette e lo mette presto nei casini per le amicizie di cui sopra, tutte poco raccomandabili. Dalla storia a due si passa all’Indovina Chi?, con il commando pronto ad entrare in azione che sospetta appunto di un poliziotto infiltrato, la suspense che cresce tra colpi di scena e spietate prove di fiducia. Accantonata la caccia alla talpa, l’azione si sposta en plein air, è il momento dell’assalto al portavalori, che è girato alla grande tra gragnuole di proiettili fumi ed esplosioni.

avenged

Non è il vero clou, quello arriva quando, all’atto della spartizione del grisbì, tutti gli infingardi si ricordano di essere fedeli solo a se stessi, e cominciano a sterminarsi l’un l’altro come da dogma Tarantino, nel letale non luogo di una centrale elettrica dismessa. Quentin aleggia, Marsh dichiara i suoi debiti verso Le Iene ed Inglorious Basterds, ma fortunatamente la cifra stilistica non si banalizza nel tarantinismo, resta altra e volta ad arrivare al redde rationem tra i due poliziotti, finalmente ricongiunti, ed il cattivo dei cattivi.

Ci sarebbe, dietro questo romanzo criminale, uno sfondo edificante, che contrappone il valore della vita umana al valore dei biglietti verdi, ed in questo iNumber Number è straordinariamente affine al celebratissimo coevo Metro Manila, premi raccolti nei quattro angoli del globo per raccontare l’ascesa e la caduta di un metrovigliante (anche qui un portavalori) e della sua gentile signora negli slum di Manila. INumer Number ha ritmo, caratterizzazione dei personaggi, uno sguardo geometrico nell’uso degli spazi e delle scene di azione, e soprattutto una sua peculiare particolare antropologia criminale, così differente dai canoni caucasici – o al più asiatici – cui il genere è solito ricorrere.

inumber number

Il remake hollywoodiano è già in cottura, non è dato sapere se ci sarà ancora Marsch in cabina di regia, di certo sarà privo del fascino del ghetto, quindi noi forse lo vedremo, di certo a differenza di questo lo dimenticheremo, perché Soweto è Soweto, mica il Bronx, o Harlem.

I hear she makes all the golden money
To buy new weapons any shape of guns
While every mother in black Soweto fears
The killing of another son

inumber_number_poster_a_p

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...