Spanish True Detective


Credevo che il cinema spagnolo fosse in crisi. Ok, Almodovar, De la Iglesia, Amenabar, anche Balaguerò, poi però più niente, pochi autori a varcare i Pirenei e la generale sensazione di una stagnazione sociale e culturale. Mi sbagliavo, ovviamente, e di grosso:  i film spagnoli hanno incassato in patria la cifra record di 123 milioni di euro nel 2014, secondo i dati diffusi dalla Confederazione di produttori audiovisivi spagnoli (Fapae), con una quota di mercato del 25,5%, che è la più alta degli ultimi 35 anni. In aumento vertiginoso anche il numero di spettatori -20.8 milioni – pari a un incremento dell’89% rispetto al 2013. Boom di incassi, secondo il presidente di Fapae, Ramon Colon, dovuto alla “nascita in Spagna del cinema popolare, che trascina le masse nelle sale” e che ha “rotto la frontiera che esisteva fra cinema spagnolo e pubblico”. Una rinascita dovuta soprattutto a film di grande successo ai botteghini, come ‘Ocho apelidos vascos’, che ha segnato il record storico di incassi di 56 milioni con 9,5 milioni di spettatori; ‘El niño’, (16,2 mln di euro); ‘Torrente 5: operazione Eurovegas’ (10,5 mln di euro): ‘La isla minima’ (6 mln) e Relatos Selvajes (4 mln).

la sila minima

Cinema popolare dunque alla base della rinascita, come cinema di genere che sfrutta situazioni e attori autoctoni per prodotti dal gusto internazionale. E’ il caso de La Isla Minima di Alberto Rodriguez, regista del pluripremiato Grupo 7- ovviamnete invisibile tra noi-, che ambienta alle foci del Guadalquivir una storia nerissima di sfruttamento e sparizione di ragazze, complice l’omertosa comunità locale, e a risolvere il caso ci mette una coppia di detective assortiti, l’uno attempato e compassato, l’altro giovane caliente e rebelde. Come fossimo in America, il film ricorda Small Town Murder Song, Texas Killing Fields, financo True Detective, per citare solo i riferimenti più evidenti. In effetti la storia ha ben poco di nuovo da raccontare, si sprecano i riferimenti chandleriani, i presunti colpevoli, le sottostorie di ordinario umano degrado, mente il vero protagonista è il luogo, l’acquitrino di un estuario che l’occhio del regista sa mostrarci dall’alto come fosse un tessuto cerebrale umido percorso da nervi o nervetti, o dal basso come una distsa infinita di granturco ugualizzante.

ESTACIÓN DE BOMBEO DE COMUNIDAD DE REGANTES DE ISLA MÍNIMA

Sembrerebbe un prodotto standard, di ottima fattura ma uguale a tanti altri di ogni dove, non fosse che Rodriguez ci mette l’ingrediente speciale, quell’elemento perturbante a denominazione di origine controllata spagnola: il franchismo, le sue storie, le sue scorie. Accade quindi che l’indagine dei detective sia in realtà un pretesto per dissotterrare l’omertà che coprì molti dei boia fascisti nel passaggio alla democrazia, o  per condannare i militari corrotti e la loro preponderanza nella ancora giovane democrazia. Qualcosa di simile, in altra forma, si era vista in Cile con Pablo Larrain,  che nella serie Profugos innestava riferimenti politici su una storia di mala poliziotti corrotti e droga. Qui il franchismo agisce come un caimano  sotto pelle, franchista è il modo barbaro di interrogare testimoni, è l’ uso belluino del coltello oltre ogni legittima difesa, è la furia cieca contro qualsiasi tipo di opposizione. Un nemico latente, che non esista a mutare e a nascondersi sotto mentite spoglie, non perdendo mai i suoi connotati criminali, corrompendo e determinando gli sviluppi degli eventi.

la-isla-minima-vs-true-detective

Tutto questo in un film popolare, mentre nel frattempo, in Italia …

Advertisements

2 pensieri su “Spanish True Detective

  1. Visto lo scorso week end. Di primo acchito, ho pensato anch’io ai titoli da te citati, poi conquista la sua identità facendoci addentrare nella Spagna di quegli anni, riuscendo benissimo nell’intento di ricreare l’atmosfera di quel tempo. Io lo promuovo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...