#Bifest2015. Io, l’Italia, le opere prime, le opere seconde


Non volevo crederci, qui dentro mi sentivo invincibile, parlavo e profanavo senza posa, giullare da tastiera che non sono altro. Vi meritate Ozpetek, scrivevo. Vi meritate Pif, scrivevo. Vi meritate Winspeare, scrivevo. E quelli lì, zitti zitti, a leggere e ad annotare, impassibili come semafori, serafici come nani da giardino. La trappola era pronta da tempo, io lì, colpevole perché inconsapevole, a ballarci sopra, finchè decisi di smettere con il cinema italiano, e in un attimo fu il buio. Fine. Della libertà. Della parola. Del mondo. Fui catturato da un sinistro messaggio di posta elettronica, io nominato giurato per la sezione Panorama Italiano – Opere Prime e Seconde del Bifest 2015 di Bari, e la tagliola si chiuse sulle mie falangette compulsive: Cura Ludovico. 5 giorni al cinema senza la condizionale, 12 film, italiani, senza via di scampo. Visioni continuative, successive. Non discrezionali. Non alterabili. Alla fine, il confronto obbligatorio coattivo con altri condannati, pure giurati, per la scelta di una migliore regia, italiana, un migliore attore, italiano, una migliore attrice, italiana.

BIFEST-2015-Bari-International-Film-Festival

Per leggere lo speciale Bifest2015, con voti e pagelle delle opere prime e seconde, clicca qui

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...