#Martyrs, di Pascal Laugier. E tu vivrai nel terrore dell’aldilà.


Apprendiamo che l’insigne avvocato Gino Trespioli, trapassato nel 1939, dedicò parte importante della sua vita agli studi ultrafanici, e anche da morto alacremente produsse testimonianza della Verità dell’Oltre, con lettere dettate alla medium sua sodale Bice Valbonesi (cit. Astrascienza.com). In una di queste scriveva: “Era un’altra conferma: e rividi lo spasimo di mille e mille arsi dalle fiamme, sanguinanti sotto la mannaia, fatti a brani dalle belve: non era strazio, era una serena fuga dalla materia, mentre le Anime belle ascendevano nella gioia della Luce.” Tersioli vedeva lo strazio dei corpi, trasfigurato in ascesi mistica. La visione necessaria del dolore, la consapevolezza definitiva e la trasmissibilità della consapevolezza, se e come si possa raccontare ciò che si è visto. Qui la parola si rimpicciolisce a fonema primitivo, soccorrono le immagini. Martyrs di Pascal Laugier penetra da infiltrato in questo territorio, obbligandoci a guardare il martirio di Lucie e Anna, autoindotto ed eteroindotto, come visione dagli occhi che deve rimandare ad una visione nella mente, ad un fuori campo che è illusione di un fuori-spazio-tempo, ultrafanico.

martyrs

Continua a leggere su Nocturno.it

 

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...