L’uomo con i pugni di ferro 2


Rza non è solo il leader del Wu-Tang Clan. E’ anche l’uomo che ha curato la colonna sonora di Kill Bill. Quando nel 2012 comparve nelle sale il suo esordio alla regia, chiunque ne parlava pronunciava il nome di Quentin Tarantino ogni quattro parole, una volta tanto non a vanvera. C ‘era molto di QT, una colonna sonora prevedibilmente goduriosa, un folle amore per i film di arti marziali. Il prodotto finale doveva durare quattro ore, ma le presunte – e ottuse – esigenze commerciali hanno praticamente distrutto il film, riducendolo a una squinternata galleria di personaggi e combattimenti senza capo né coda. Un fallimento che ha avuto incredibilmente un seguito, L’uomo con i pugni di ferro 2, per la gioia del consistente numero di fans tamarri che il primo film ha seminato in giro per il mondo.

Manwithbig

Destinato direttamente al mercato homevideo, è uscito in Italia per la Universal. Il sequel ha sempre il volto di RZA protagonista, con le protesi di acciaio al posto delle braccia amputate, inserito in un cast tutto orientale e in un film che resta nel genere wuxia evitando le stramberie del primo film. I mezzi a disposizione sono ovviamente limitati, il sangue schizza copioso, e siamo nei territori più oscuri della regione del guilty pleasure. Anzi, diciamo guilty SM-pleasure. O forse WTF-pleasure.

Strettamente riservato agli agguerriti difensori e ammiratori del film precedente, e forse ai fan del Wu-Tang Clan.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...