Frankenstein in DVD


Sono passati 85 anni dal classico della Universal con Boris Karloff, eppure il cinema continua a sfornare pellicole tratte dal romanzo di Mary Shelley: esistono più di quattrocento film di ispirazione diretta, altrettanti apocrifi o non riconosciuti, per non parlare delle miriadi di derivati illegittimi dimenticati negli archivi delle più remote cinemateche. Il mostro di Frankenstein è sempre attuale, anzi diventa sempre più attuale: la sua ombra aleggia su Hal 9000, su tutta la sci-fi rivolta alle intelligenze artificiali, sugli ultimi modelli di smartphone. La nuova rilettura del mito è firmata da Bernard Rose, il regista di Candyman (e non sono pochi i punti di contatto tra le due “creature”), che si sforza di tornare al concetto di base del romanzo – la creazione della vita – e di allontanarsi dalle “degenerazioni” cinematografiche – la rianimazione dei cadaveri, in primis – e tutta la sovrastruttura gotica che lo stile Hammer ha impresso a fuoco sulla storia di Frankentein.

Frankenstein-DVD-UNIVERSAL-PICTURES

Siamo a Los Angeles, la capitale mondiale della chirurgia plastica e dei sogni infranti, oltre che dei poliziotti violenti. Un papà e una mamma, sposati naturali e legittimi, generano il mostro 2.0, bimbo, servendosi di una stampante 3D. Il noviziato del giovane Frankenstein è traumatico, alla crescita della forza non corrisponde uno sviluppo dei neuroni, cellule tumorali fioriscono su tutto il corpo. Il film scorre tra schizzi magistrali di gore e attenzione filologica ai dialoghi del libro, ma il tributo più affettuoso a Mother Mary è l’aspetto fisico del mostro adulto: Xavier Samuel aggiorna in chiave modern romantic l’originale del 1816: “His yellow skin scarcely covered the work of muscles and arteries beneath; (…); his teeth of a pearly whiteness; but these luxuriances only formed a more horrid contrast with his watery eyes, that seemed almost of the same colour as the dun-white sockets.

Di fresca uscita italiana per la Universal, con la consueta qualità audio/video

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...