Visioni differenti: la Corea, il Giappone e l’Apocalisse


Sitges, Fantasporto, FantAsia, SXSW. Tra il gutturale e il labiale sibilato, queste parole enunciate come improperi sono marchi prestigiosi, il top dei festival quanto a cinema di intrattenimento. L’intrattenimento: a ben guardare, è il mestiere primario e onnicomprensivo della settima arte. Qui va circoscritto alle produzioni indipendenti e ad alcuni specifici generi, l’action, l’horror, lo sci-fi, il fantasy, in felice sincretismo. Da questi grandi eventi sono uscite numerose gemme, tra cui, solo per parlare al passato prossimo, Train to Busan e I Am a Hero. Due zombie movie, coreano (del Sud) l’uno, giapponese l’altro, capaci di guardare al rispettivo sociale parlando alla pancia degli spettatori.

i-am-a-hero-movie

[Continua a leggere su The Submarine]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...