Serie tv in DVD, le novità targate Warner


True Blood, stagione 6 e stagione 7

Nella sesta stagione le puntate della creatura di Alan Ball  e Brian Buckner per la HBO si riducono a dieci, anzichè le solite dodici. La cura dimagrante ha provocato benefici indiscutibili: si tratta della stagione migliore, dopo le prime due, sopratutto perchè True Blood è tornata ad essere principalmente una serie che tratta di V – A – M- P – I – R – I, e nel corso di queste dieci puntate sono parecchi i momenti riservati alla guerra tra umani e vampiri, e risultano essere i momenti più coinvolgenti. True Blood conserva i suoi tratti storici, comunque, perchè è fondamentalmente una via di mezzo tra le soap opera e il sangue, totalmente fuori di testa e scatenata. Nel cofanetto sono contenuti quattro dischi con le dieci puntate, arricchite da un approfondimento sulle storie che si celano dietro ogni episodio, attraverso le interviste agli autori, e ben cinque commenti audio.

La settima è anche l’ultima. Cala il sipario su una serie che -era il 2008 – sembrò subito una boccata d’ossigeno necessaria, dopo le valanghe di vampiri beneducati post-twilight: anche in True Blood i succhiasangue sono tutti belli e sexy, ma questa caratteristica ha subito trovato giustificazione nell’alto tasso di erotismo della serie. Fondamentalmente non è stata mai altro che un divertente guilty pleasure, nonostante gli sforzi tesi a far passare messaggi (sacrosanti ma abbastanza scontati da provocare sbadigli) socialmente utili; vero è però che la comunità LGBT avrà sicuramente apprezzato i moltissimi riferimenti alle loro battaglie. Quello che ha sempre interessato il pubblico di True Blood è comunque il sangue, è il sesso, è l’azione. La stagione finale si chiude in maniera a dir poco inaspettata, e ha scatenato una rivolta di massa sul web. Il cofanetto è composta da quattro dischi, e anche per questa ultima stagione sono presenti cinque commenti audio, oltre ad uno speciale dietro le quinte.

 

 

The Vampire Diaries, settima stagione

La penultima stagione della serie, basata sull’omonima serie di libri di Lisa Jane Smith, e amatissima dal pubblico teen a causa (anche) degli addominali scolpiti dei due fratellini (oltre alla ricca ed eccitante dose di caos, thriller, pericoli e agguati, si capisce), non compie gli stessi errori di altri prodotti simili: gli eventi luttuosi della stagione precedente non finiscono nel dimenticatoio, ma condizionano notevolmente il comportamento dei personaggi. C’è anche un cambio di marcia rispetto al passato: lo storytelling non fa più un uso smodato dei flashback; al contrario, le puntate sono farcite di flash-forward, durante i quali il pubblico è sorpreso da eventi futuri inaspettati che creano notevoli aspettative. Questa novità allarga lo spettro temporale, lo triplica, e come risultato The Vampire Diaries si ritrova con tre linee temporali di racconto, il presente, il passato e il futuro. Nel cofanetto uscito per la Warner sono contenuti tutti gli 890 minuti della serie, oltre ad una ricca selezione di contenuti speciali.

 

 

The Originals, terza stagione

La serie nata come spin-off – meno divertente e più problematico, con i protagonisti che si interrogano di continuo sulla giustizia delle loro azioni dando alla vicenda un tocco leggermente più adulto – di The Vampire Diaries ha subito avuto enorme successo, puntando sugli stessi ingredienti vincenti: vampiri, personaggi e attori affascinanti, teen horror e drama fusi insieme. La terza stagione inizia diversi mesi dopo lo scontro mortale con la potentissima strega Dahlia, mentre i fratelli Klaus ed Elijah sono ancora divisi. Rispetto alle prime due altalenanti stagioni, questa si concentra su quello che è il cuore di The Originals: la storia della famiglia Mikaelson. Nel bel mezzo di una guerra a bassa intensità tra vampiri, streghe, lupi ed umani, che si consuma nel quartiere francese di New Orleans. Nel cofanetto i cinque dvd contengono una notevole selezione di contenuti speciali, tra i quali le scene eliminate ed inedite ed una spassosa serie di gag.

 

Supergirl, la prima stagione

Ovvero, le avventure di Kara, la cugina di Superman. La protagonista è Melissa Benoist – volto noto a chi ha seguito Glee – e il creatore della serie è Greg Berlanti. Il paragone immediato dopo la visione di Supergirl è con Flash: le due serie sono contraddistinte dalla stessa leggerezza, sono firmate dalla stessa mano, ed in uno degli episodi migliori vediamo i due supereroi interagire in una puntata cross-over. La storia narra che, poco prima dell’esplosione del pianeta Krypton, il futuro Superman non fu l’unico ad essere spedito sulla Terra: anche Kara partì per la stessa destinazione, ma mentre suo cugino fu fortunato ad arrivarci, lei finì per essere intrappolata nella Phantom Zone a causa dell’onda esplosiva di Krypton. Solo dopo 24 anni di ibernazione riuscì ad arrivare sulla Terra.

Nei cinque dvd che compongono il consueto cofanetto, oltre a tutte le puntate della prima stagione, è presente una buona selezione di contenuti speciali.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...