Koch Media homevideo, le novità mensili


Yakuza Apocalypse

Che il malaffare sia connaturato al capitalismo, quindi al profitto che è vampirismo sociale, è ideologicamente acclarato. Che invece i criminali possano essere dei dannati non morti, in specie vampiri, è un’idea piuttosto originale. Si potrebbe buttarla in caciara e narrarne come fosse un’alba dei boss morti dementi, oppure parlarne con tono compunto e rifllessivo, facendo dalla banalità e della necessità del male una storia umana quindi universale. Questo fa Miike, dopo un prologo – iperbolico ovviamente – a mazzate e botte canoniche: prende un giovane mafioso, morso al collo dal vecchio padrino in punto di morte, braccato e combattuto da un sukiyaki western Django e dal maestro del Silat, e lo trasforma in una creatura dolente e mortifera, capace di contaminare suo malgrado – a sua insaputa – intere classi sociali, dal travet alla casalinga, dall’uomo d’affari alla studentessa adolescente. Nessuno è senza colpa nel Giappone dell’ oggi, e l’uno è assetato del sangue dell’altro, tanto che c’è chi pensa a creare emoteche in enoteca, dove un gruppo di anziani capibanda, assisi in catene e vestiti solo di perizoma cerimoniale, imparano l’arte del cucito e si prestano a dolorosissime suzioni, vessati e seviziati da un kapò che è demone puzzolente con becco da papero. Il sangue, non il denaro, è nuovo carburante di questa sciagurata società, ma il guaio è che non c’è un solo male assoluto, ci sono infiniti mali possibili, tutti al di là della più fervida o malata immaginazione. E’perfettamente plausibile quindi che una gang rivale invochi un demone guerriero, un gigante marziale vestito da Kermit dei Muppets, che sotto la maschera è davvero faccia ranesca e corpo da guerriero.

Consueta limited edition per il bluray, che comprende un booklet esclusivo.

 

Scare campaign

Tempi duri per lo show televisivo Scare Campaign, dopo anni di successi ottenuti con la vecchia formula hidden camera + spaventi old school. Nell’era delle tv on line, è necessario alzare la posta e rendere le candid camera più terrificanti. E magari scegliere l’ambientazione più idonea, che può essere un ex ospedale psichiatrico. Basso budget e look televisivo giustificato dal contesto, Scare Campaign è una novità per il panorama cinematografico australiano, di solito diviso nettamente tra noiosissimo drama mainstream e ozploitation estrema. Questo è un film che si infila nel mezzo, con i suoi pregi e difetti. Sceneggiatura beffarda e ricca di twist e trucchi per uno slasher che è anche, e sopratutto, mockumentary.

Anche questo bluray è disponibile in edizione limitata, insieme all’esclusivo booklet.

 

Dragonball Z  –  box 1

I primi 60 episodi in 10 dvd, un booklet esclusivo di 32 pagine con la guida completa agli episodi e una galleria dei personaggi. Saranno cinque in tutto i cofanetti, e comprenderanno tutti i 291 episodi in 49 dischi. In questa prima uscita, sono presenti anche succulenti contenuti speciali: le anticipazioni inedite in tv in versione originale sottotitolate in italiano; un menù interattivo; la mitica sigla tv italiana e le sigle originali.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...