Warlock. Gobble gobble, gobble, gobble, Tommaso Pincio one of us!


Oggi spariglio, parlo di libri più che di film. Di un libro, un romanzo, un grande romanzo americano. Si chiama Warlock, è del 1958, l’autore è Oakley Hall. Lo trovate in libreria, edizioni SUR, pregevolmente tradotto da Tommaso Pincio. Warlock è il crepuscolo del western, scritto quando ancora il mezzogiorno del genere rintoccava. E’ il crollo di una Nazione, imputato al marciume delle sue poco gloriose fondamenta. E’una galleria di personaggi indelebili: pistoleri, commercianti, minatori, samaritane, prostitute, sindacalisti, banditi, ciarlatani, bari, ubriaconi, uomini di legge e uomini senza dio. Un’epopea scritta con un inchiostro di polvere, la polvere che copre un paese fantasma tremendamente archetipico. Warlock è la ricerca di un futuro migliore, e l’impossibilità di sfuggire ad un destino inesorabile. Ho letto Warlock qualche mese fa, solo dopo averlo fatto ho scoperto l’esistenza di Ultima Notte a Warlock, film del 1959, diretto da Edward Dmytryk e sceneggiato dallo stesso Hall, che non è menzionato nelle info di copertina dell’edizione italiana. Ne ho chiesto la ragione a Tommaso Pincio, cinefilo appassionato e sensibilissimo, poichè penso che quell’informazione avrebbe accresciuto l’appetibilità del romanzo per un ignaro compratore; ecco la sua risposta:

“Sono contento che il romanzo ti sia piaciuto, perché la proposta di tradurlo è partita da me. Quanto al tuo appunto, sì, dovresti chiederlo all’editore. Per parte mia, mi sento di osservare il libro non ha una prefazione ma soltanto la breve scheda editoriale che si trova normalmente in un risvolto o in una quarta. In un così piccolo spazio non è che puoi dire molto. A parte ciò, forse (ma parlo per ipotesi, non avendone discusso con gli amici di Sur) non si è ritenuto di menzionare il film perché non è molto noto, se non tra gli appassionati.

Del resto, volendo ragionare in termini di appunti, forse sarebbe stato più sostanziale ricordare che il romanzo è ispirato a un fatto reale diventato poi leggenda. Che dal romanzo è stato tratto Ultima notte a Warlock è cosa verissima, ma è altrettanto vero che alcune pagine del romanzo ricordano da vicino sequenze memorabili di My Darling Clementine di John Ford, che racconta la stessa storia. La verità è che erano troppo le cose da ricordare, quanto meno per una quarta. In compenso sono usciti diversi articoli che hanno approfondito le varie questioni inerenti al romanzo. Alcuni di questi li trovi anche sul blog di Sur.”

Conoscevo già Tommaso Pincio come scrittore, grazie a Facebook lo ho conosciuto pure come traduttore e interlocutore sempre disponibile al confronto: poi dicono che i social sono deleteri!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...