Tony Manero in DVD!


Alfredo Castro è uno degli attori-feticcio di Pablo Larrain (che, ricordiamolo ancora una volta, è uno dei più importanti film-maker viventi) e in questo film diventa Raul, un 52enne ossessionato dal John Travolta idolo del dancefloor ne La febbre del sabato sera. L’American dream, simbolo illusorio di riscatto sociale – giammai morale – viene spogliato da Larrain di ogni speranza, e non rappresenta più nemmeno una momentanea fuga dalla realtà, o un conforto breve e fittizio. Il mito Americano si mostra per quello che è: un mantello brillante e ricoperto di colori sgargianti, indispensabile soltanto per coprire, nascondere, giustificare crimini, orrori, stragi.

Raul recita battute a memoria dei film, e azzarda passi di danza in una squallida discoteca di periferia: entrambe le cose senza il minimo talento o carisma. Sogna il successo, la partecipazione ad un concorso in televisione, ed è capace di qualsiasi cosa, anche la più sanguinaria e violenta, pur di provare a raggiungere il suo obiettivo. Raul è, insomma, il prodotto della degenerazione di un paese e del suo tempo: il Cile della dittatura fascista di Pinochet. Tony Manero è il primo capitolo di una trilogia sul regime cileno che continuerà nel 2010 con Post Mortem e nel 2012 con No. Ma l’ombra di Pinochet è un chiodo fisso di Larrain, e aleggia sull’intera sua filmografia.

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...