The Nightingale. Jennifer spits on our grave


Jennifer Kent è la regista di Babadook, uno dei migliori film del nostro secolo. Alcuni lo sanno, altri no. Alcuni la ricordano per essere stata aggredita con insulti e parolacce alla Mostra del Cinema di Venezia, lo scorso anno. Quegli insulti venivano da un bamboccio, cinefilo per mancanza di prove, incapace di guardare, prima ancora che di esprimere un giudizio o un’opinione compiuta. Un troll, tra tanti, inutile come tutti i troll. Le contumelie erano rivolte al nuovo film di Jennifer Kent, la visione più crudele e violenta che mi sia capitata da alcuni anni a questa parte. Un western in terra d’Australia, tra Soldato Blu e The Revenant, in cui Kent distrugge i mostri del colonialismo, del razzismo, della misoginia. Dell’infanzia violata e brutalizzata. Infanzia, non come sinonimo di innocenza, ma di assenza totale di difesa. L’infanzia cioè esorbita: da mera categoria anagrafica a stato, condizione dell’individuo. Sullo schermo scorrono immagini di assassini efferati, a volte preceduti da stupri, da sevizie, altre volte improvvisi, altre volte ancora agognati, addirittura. Tutte le vittime, buone o cattive, grandi o piccine, sono colte nel momento in cui non possono difendersi, o non sono più in grado di farlo. E’un’ecatombe, è un sacrificio di massa e rituale. La catarsi non arriva, del resto questo tempo, anche al cinema, non è catartico, è colpevole senza ancora diventare espiatorio. The Nightingale è la favola che ci meritiamo, quella in cui una mamma bellissima, fresca, piena di amore, canta una ninna nanna celestiale, e mentre canta, con una mano ci tiene forte, con l’altra brandisce un pugnale. Il sangue scorre, ma non bastano fiumi di sangue a nettare la lordura di questo mondo infame.

Sia lodata Jennifer Kent, sia lodato il dio del cinema.

 

Un pensiero su “The Nightingale. Jennifer spits on our grave

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...