Love, di Gaspar Noé.


Compulsione: impulso alla ripetizione involontaria di un comportamento irrazionale che affonda le sue radici nell’inconscio. Capitalismo ludico libidico, compulsivo: ideologia fondata sulla ricerca del piacere nevrotico in quanto prescindente dall’appagamento. Capitalismo ludico libidico, compulsivo, via Internet:  ideologia fondata sul piacere della ricerca ripetuta irrazionalmente all’infinito. La ricerca, che è per definizione preliminare al conseguimento dell’oggetto/dell’obiettivo, assume definitivamente in Rete la sostanza e la forma del ricercato annullandone di fatto la funzione. Specie in termini di sesso e di visione, l’infinita accessibilità a video e immagini free on demand on line ha annullato la pornografia in quanto racconto per fasi, dal nadir allo zenit, dalla quiete all’orgasmo, dal preliminare al copulare.  Il sesso in Rete è ricerca clinica di un singolo determinato atto, scevra da qualsivoglia affabulazione o  narrazione. Tutta una vita passata su Google attraverso Google, e solo questo ho capito, che non è più tempo di preliminari. Al cinema invece c’è Love, di Gaspar Noé.

Love 1

Continua a leggere

Annunci

#AgeOfUltron: Avengers, una squadra fortissimi.


The Champions.The main event.Ils sont les meilleurs. Sie sind die Besten. These are the Champions. Si comincia, pare di sentire l’ipnotica intro della Uefa Champions League mentre i nostri eroi, schierati in modulo spregiudicatamente offensivo, attaccano compatti la fortezza dove è nascosto lo scettro di Loki, solo che gli avversari dell’Hydra schierano i nuovi acquisti in ruolo mutante, ci pensano loro, Quicksilver e Scarlet, a giocare di contropiede e ad evitare la goleada.

Avengers-Age-of-Ultron

L’attesissimo film di Joss Whedon parte come un match calcistico, con falli, scontri all’ultimo respiro e adrenalina a mille, ma è una falsa partenza, un trucco, perché subito dopo si chiude dentro se stesso e ricomincia piano, in un modo oscillante tra il paranoico e l’introspettivo. Continua a leggere

Comprate un biglietto per il Luna-Hark !


 

(post also available here)

Quarantacinque film diretti in trentacinque anni di attività. Non è Johnnie To, ma Tsui Hark non scherza in quanto a prolificità. Uno dei maggiori autori di Hong Kong, se non il maggiore in assoluto. Un maestro dello storytelling. Ricordo con emozione il suo A Better Tomorrow III, i combattimenti epici in The Blade e l’interminabile saga Once Upon a Time in China. Il suo cinema è sempre stato ambizioso e tendente alla spettacolarità, naturalmente destinato a farsi kolossal, ed essendo anche cinese, kolossal seriale, saga, serie di sequels e prequels interminabile.

tsui hark

Questo è il prequel di Detective Dee e il Mistero della Fiamma Fantasma (il terzo capitolo è già in cantiere), che va a colmare una lacuna mica da poco: questo è finora il massimo del 3D made in China. E’ un po’ il Gravity cinese, parlando di tecnologia. E ha già centrato il primo obiettivo: sbancare il botteghino in patria, con quasi 100 milioni di dollari incassati nelle sale cinesi, in un 2013 dominato da un’altra grandissima produzione autoctona, Journey to The West: Conquering Demons, capolavoro debordante di Stephen Chow (200 milioni di dollari e primo posto al box office)

Continua a leggere

Sapevatelo, in 3D !


Walking with Dinosaurs 3D

Barry Cook, Neil Nightingale

2013 .

DINOSAURI! animali grandi come casa mia, non quella di adesso, quella di quando stavo con mamma… va beh, DINOSAURI importanti come il tirannosauro… poteva mangiare un tonnellata di carne al giorno e… nessuno gli diceva niente!

DINOSAURI su… RIEDUCATIONAL CHANNEL!

vulvia

A Spasso con i Dinosauri, ispirato filologicamente all’omonima serie documentaria del 1999, è una Produzione BBC Earth ed ha il lodevole intento di coniugare il puro intrattenimento prescolare con rudimenti di nozioni scientifiche e naturalistiche. Alle regia una coppia eterogenea:  Barry Cook, già regista del dimenticabile quanto politically correct Mulan, ma soprattutto Visual Animator del Tron primigenio, e Neil Nightingale,  specializzato in documentari. L’unione della rispettive competenze produce un cocktail di infotainment analcolico, a metà strada tra Alberto Angela e Vulvia, a causa anche di una sceneggiatura troppo esile per sopravvivere tra questi bestioni primordiali.

Continua a leggere qui

Il casco ti salva la vita


Gravity

Alfonso Cuaron

2013

sb

“Ma tu non eri quello che appena sentiva parlare di 3D vomitava sproloqui isterici? Quello che si rifiutava di ‘provare l’esperienza’ perchè il 3D è una forzatura, un rapporto non-consenziente con il cinema? Quello che ‘siete un branco di buffoni con gli occhiali scuri e l’espressione idiota’?”

Si. Io. Continua a leggere