Histoire d’O. Una splendida quarantenne


Dominique Aury è l’autrice del primo romanzo capace di presentare l’ambiente SM senza criminalizzazioni. Una (apparentemente) morigerata e per nulla appariscente signora 47enne, intellettuale di destra che non indossava gioielli e si truccava pochissimo, bisessuale fervente e con un passato nella Resistenza. Scrisse spinta dal desiderio di tenersi stretto il suo amante dell’epoca, Jean Paulhan, grande appassionato del Divin Marchese, nonchè probabile coautore di questa Histoire d’O. Firmò il libro, che uscì nel 1954, con uno pseudonimo, ed evidentemente oltre all’identità tenne nascosto per decenni il suo esplosivo lato oscuro. Me la immagino durante una conversazione di alto livello culturale, davanti ad una tazza di tè, sorridere timidamente all’interlocutore ed intanto fantasticare di essere bendata, sodomizzata e frustata da uomini mascherati. Credo che buona parte della storia sia basata su sue esperienze reali: ‘sta Dominique doveva essere proprio una porcona insaziabile. Il film, tratto dal romanzo e diretto da Just Jaeckin, che un anno prima aveva firmato Emmanuelle, uscì in Francia nell’agosto del 1975, piazzandosi quarto nella annuale classifica del box-office.

Histoire-dO 1

Continua a leggere