Detroit, il film dell’anno. Ci meritiamo Kathryn Bigelow.


La rabbia è tanta, oggi è un venerdì nero, nerissimo. Ore e ore passate a cazzeggiare sui social, diluvi e profluvio di recensioni sulla qualunque, tranne che su questo film. Un silenzio non unanime,va detto per amor di verità: sparute autorevoli voci si sono fatte sentire, hanno lanciato alert e warning, blandamente secondo me, anzi, remissivamente, dolentemente. CI pensiamo noi allora a sbiancare i vostri sepolcri, andate tutte al diavolo, voi, le vostre serie compulsive, le opere delicate, quelle necessarie, quelle altre sperimentali. Uscite fuori di casa, con le mani alzate e bene in vista, correte al cinema, correte a guardare il film dell’anno. Detroit, di Kathryn Bigelow.

Continua a leggere

Top Ten 2015. I migliori film dell’anno, secondo Omiko


Il traffico sembrava scorrere liscio e disciplinato, i primi dieci mesi del 2015 sono stati scanditi da visioni degne e più che degne, apparse ad intervalli di tempo regolari, tanto da poter immaginare una classifica di fine anno tranquilla, da stilare fischiettando, mettendo in riga dieci visioni in tutta tranquillità. Poi, negli ultimi 60 giorni, tutto è andato a puttane. Un ingorgo ingestibile, tamponamenti a catena, ingorghi pazzeschi. Un marasma di pellicole mi è piovuto addosso, e il caos ha ridisegnato una top ten traballante, incerta, ma ricchissima. Cominciamo dall’undicesima posizione, dove sono rimaste incastrate  a most violent year, belluscone, as the gods will, haemoo, a hard day, humandroid, kingsman. Una sull’altra, una dentro l’altra.

Ed ecco la sofferta, soffertissima classifica dei dieci film che hanno segnato il (mio) 2015. Dieci, non dodici, caro il mio socio truffaldino.

big car crash

Continua a leggere

The Wolf of Wall Street


Parte 1: Lupofania

The Wolf of Wall Street

Martin Scorsese

2013.

All’origine dell’empatia ci sono i neuroni specchio, e gli studi sui neuroni specchio sono cominciati negli anni 80.

Da Wikipedia: “i neuroni specchio sono una classe di neuroni che si attivano quando un animale compie un’azione, e quando l’animale osserva la stessa azione compiuta da un altro soggetto.Attraverso studi di risonanza magnetica, si è potuto constatare che i medesimi neuroni attivati dall’esecutore durante l’azione, vengono attivati anche nell’osservatore della medesima azione.

Ulteriori indagini estese agli esseri umani non solo hanno confermato le attività neuronali sulla base di studi di neuroimmagine, ma hanno anche condotto a concludere che tali neuroni vengono attivati anche nei portatori di amputazioni o plegie degli arti, nel caso di movimenti degli arti, nonché in soggetti ipovedenti o ciechi.”

Paralizzato sulla poltrona, occhi come spugne selettivamente permeabili, guardo il Lupo e i miei neuroni specchio si accendono uno dopo l’altro, nemmeno uno resta inerte, penso, sto guardando un film grandioso, superiore alle pur altissime aspettative, e pericoloso, molto pericoloso, perché io, all’apice dell’attivazione dei miei neuroni, vorrei essere il Lupo, e so che potrei, so che posso, yes I can !

vlcsnap-2014-01-16-14h50m36s48

Continua a leggere