Tom Hardy. Chi è senza colpa.


C’è sempre bisogno di Brooklyn, oggi come non mai. La sua aura brumosa, i palazzoni, i magazzini dismessi, e poi il putrìo, l’umidità, i marciapiedi, il fatalismo che ti si attacca alle scarpe e non va più via. Brooklyn, l’esotica Brooklyn, l’etnica Brooklyn, l’esangue Brooklyn. Da sempre guardata, prima vivida, poi sbiadita, sfruttata, strangolata, sottratta. Motherless Brooklyn, Brooklyn senza madre,  non un film ma un grande romanzo di Jonathan Lethem, codificava i buchi neri dell’universo Brooklyn in forme nuove originali, il cinema non seguiva anzi ripiegava sul già visto, corrotto da mille commedie e serie tv e infiniti clichè e pupazzi e marionette. J.C. Chandor faceva il miracolo, A Most Violent Year, Brooklyn folgorante dal suo passato immortale, Michael Roskam puntava alla luna ma finiva per accecarsi con il suo dito. The Drop, 2014.

the-drop-uk-poster

Continua a leggere

Claire Dolan e Daisy Diamond, due donne


L’abisso. Una cerca a fatica di uscirne, l’altra vi affonda a poco a poco. Claire è attrice professionista e ben pagata, infatti fa la escort a Manhattan. Recita con i suoi clienti, dice ad ognuno di loro “mi sei mancato tantissimo” senza la minima enfasi.

claire nuda

Anna vuole fare l’attrice, frustrata dalla mancanza di soldi e dai provini che falliscono, uno dietro l’altro. Claire recita per vivere, Anna recita nel ruolo di se stessa: i suoi provini bergmaniani ricreano, anticipano e seguono “scene” della sua vita reale. Immigrate entrambe, Claire dall’Irlanda a Manhattan e Anna dalla Svezia a Copenhagen.

daisy atttrivce

Continua a leggere

Un consiglio da amico a Brian De Palma


Passion

Brian De Palma

2012

Hai avuto tutto dalla vita: successo, fortuna, talento.

Hai lasciato un segno indelebile, sei ancora vivo ma già da anni studiano di te nelle migliori università del mondo.

Moltitudini si ispirano all’estetica ed ai (dis)valori dei personaggi che hai creato, vivificandoli a modo loro in tutto l’Orbe Terraqueo.

de palma 1

Continua a leggere