The Thai Way


Schiacciata dallo strapotere industriale delle grandi cinematografie asiatiche (Cina, Giappone, Corea), notata dall’Europa radical chic solo nei suoi capolavori più autoriali (Lo zio Boonmee che si ricorda delle sue vite precedenti), la Thailandia si sforza comunque di trovare una sua via al cinema commerciale di alto livello, che sia fruibile ed esportabile fuori da Bangkok. Fortunatamente, è sulla strada giusta, come dimostrato dal grande successo internazionale dI Countdown prima e di Pee Mak poi, film capace di incassare 33 milioni di dollari in patria e 13 milioni di dollari all’estero (La Grande Bellezza, anche post Oscar, è molto al di sotto di queste cifre).

PEE-MAK_movie-poster-375x540

Pee Mak Phrakanong

Banjong Pisanthanakun

2013 .

Continua a leggere qui